Quattro giorni a Toulouse!

Tolosa bella Tolosa!
E’ una città colorata e accogliente: nota come la “ville rose” perché gli edifici sono sulle tonalità del rosa pastello o in mattoni, la sera invece “ville de lumière” perché le luci che la illuminano la sera le danno calore.
È una delle più importanti città universitarie di Francia. Questo la rende molto vivace, ricca di bar, caffè, club e anche ristorantini con prezzi abbordabili anche in pieno centro!

Il centro di Tolosa non è enorme, quindi si visita tranquillamente a piedi. L’unica tappa da raggiungere con i mezzi è La città dello spazio perchè è fuori dal centro. Per il resto tutte le attrattive si trovano nel centro.
Toulouse ha una metropolitana moderna comoda per visitare la città.

Le cose che ci sono rimaste nel cuore:

a)    Le vie pedonali del centro con le numerose chiese e anche le numerose crèperie! La bellissima Place du Capitole dove la sera di capodanno ci siamo mescolati con la gente che in piazza era venuta a festeggiare lo scoccare della mezzanotte!
b)   Il quartiere vecchio: labirinto di viuzze e minuscole piazzatte! Va da Place du Capitole a Pont Neuf.
c)    La Garonne in qualsiasi ora della giornata! Bellissima e bellissimi i riflessi sulla superficie dell’acqua! Sulla Garonne c’è Le Bazacle: un museo molto simpatico sull’energia idrica dove si può vedere la risalita dei tonni nelle vasche sott’acqua! E le lunghe passeggiate lungo il Canal du midì!
d)   La Basilique Saint Sernin! Immensa in una bella piazza dove spesso ci siamo fermati a mangiare una Crépes o a sfogliare la Lonely per cercare le chicche da andare a visitare!
e)    All’estremità del bellissimo Pont Neuf (dal quale tra l’altro si ha una splendida vista sulla Garonne) si trova la Galerie Municipale du Chateau d’Eau dove abbiamo potuto assistere ad una mostra fotografica veramente affascinante.
f)     Cité de l’Espace. Fantastica!! Ci è piaciuta moltissimo e consigliamo a chiunque una visita sia ad adulti che bambini! Un viaggio interessantissimo nella storia dello spazio. Ci siamo seduti in una scomodissima navicella spaziale…ma chissà che vista chi è stato lassù! Inoltre abbiamo anche potuto passeggiare dentro la MIR (base spaziale russa) e vedere come ci si organizza per un viaggio nello spazio, per riuscire a convivere con la gravità!
g)   Musée des Augustins. Il museo di belle arti di Toulouse, che si trova all’interno dentro il Convento degli Agostiniani, un’architettura gotica medievale veramente ben curata.
h)  Jardin du Grand Ronde. Tranquilli giardini ai margini del centro, collegati ai Jardin des Plantes. Perfetti per un po’ di relax!

Nei giorni che siamo stati qui abbiamo anche fatto una “gita fuori porta” e siamo andati nella minuscola Albi!
Albi è una cartolina: piccolo borgo che si srotola attorno alla Cattedrale Saint-Cécile con il più alto campanile che abbiamo mai visto!
La Cattedrale affaccia su una piccola ma ben curata piazzetta da cui partono le intrecciate vie del borgo. Passeggiando tra queste ci siamo trovati sotto la Maison Natale de Toulouse-Lautrec, la casa dove è nato l’artista, uno dei nostri preferiti!
Sempre sulla piazzetta, accanto alla cattedrale, si trova il Musée Toulouse-Lautrec! Ci sono più di 500 opere di Lautrec e si riesce così ad apprezzare la sua evoluzione artistica. Inoltre il museo si trova nel bellissimo Palais de la Barbie (sede arcivescovale tra il 13° e 15° secolo) che danno una marcia in più a questo museo!