La collina Petrin: siamo a Praga!

La Collina Petrin si trova ai margini della città e regala degli splendidi scorci!

La mattina ci svegliamo presto e ci dirigiamo alla fermata della Funicolare di Pétrin ai piedi della collina, lungo il tragitto facciamo sosta al Monumento alle vittime del comunismo che ci lascia senza parole. Toccante.

Monumento alle vittime del comunismo #Praga #praha #repubblicaceca #travel

A post shared by Unkmdopolaltro (@unkmdopolaltro) on

 

Arrivati lì dove doveva partire la funicolare scopriamo che la stazione è abbandonata! Mannaggia!
Muniti di passeggino iniziamo quindi a salire a piedi tra i sentieri sterrati della collina facendo non poca fatica.
Ogni tanto ci fermiamo e ammiriamo Praga dall’alto, il sole che riflette sulla Vltava e il Ponte Carlo!
Rimpiangiamo il comodissimo marsupio lasciato nel nostro appartamento: il tempo è poco e non riusciremmo a tornare a prenderlo, quindi proseguiamo.
In cima alla Collina si trova la Torre di Petrin, una chiesa e il Labirinto di specchi. Dal parco è possibile raggiungere queste attrazioni solo tramite una bella scalinata. Decidiamo quindi di separarci: Davide ed io rimaniamo a passeggiare nel parco, sotto un sole tiepido, ad ammirare il panorama; Paolo affronta la scalinata e raggiunge la torre! Una piccola Tour Eiffel in miniatura, uno scalino dopo l’altro si arriva alla vetta e si può ammirare Praga a 360°.

#Praga dalla cima della collina #praha #repubblicaceca #travel

A post shared by Unkmdopolaltro (@unkmdopolaltro) on

 

All’estremità della collina si trova il Monastero di Strahov, famoso per le sue biblioteche e da appassionata di libri quale sono non potevo farmi scappare questa vista. Una volta raggiunto il
primo piano del monastero si può vedere subito una piccola collezione di reperti storici (tra i quali dei manoscritti veramente antichi, ma anche pezzi di arredamento, carte, piccola oggettistica,…) poi, guardando attraverso due porte si può ammirare le due sale della bilbioteca, quella filosofica e quella teologica. Centinaia di volumi, affreschi, stucchi,….
Ci infiliamo nel mucchio, raggiungiamo la porta e rimaniamo pochi minuti ad ammirare questo bellissimo spettacolo! Una volta usciti dal monastero si può percorrere nuovamente il parco, oppure uscire subito sulla sinistra, scendere di qualche metro e … ci si trova nel bel mezzo di Mala Strana con i suoi piccoli locali, le chiese, il castello,…di questo ne parliamo un’altra volta!

Antica biblioteca del monastero di #Praga #praha #repubblicaceca #travel

A post shared by Unkmdopolaltro (@unkmdopolaltro) on

 

INFO e LINK UTILI

  • Per raggiungere la collina Petrin si può salire a piedi o con la funicolare, dovrebbe aver ripreso servizio a marzo dopo lavori di ristrutturazione, meglio informarsi!
  • Per chi va con bambini molto piccoli l’uso del passeggino è decisamente scomodo. Il percorso principale è asfaltato, ma da questo partono numerosi sentieri sterrati e comunque la salita è molta. Un marsupio è più comodo in questo caso.
  • Alcune informazioni dal sito del turismo della Repubblica Ceca.
  • Il monastero di Strahov è aperto tutti i giorni (9-12 e 12.30-17) e si può raggiungerlo a piedi, attraversando la collina Petrin o Mala Strana, oppure si può arrivare con i tram 22 e 23.

Rispondi